Home >> Senza lievito >> Pane azzimo croccante

Pane azzimo croccante

by Lucia Antenori
pane azzimo

Il pane azzimo è un pane senza lievito i cui unici ingredienti sono farina e acqua. È un pane sottile croccante dal sapore neutro che per l’assenza di lievito e sale dura più a lungo rispetto al pane che prevede questi ultimi due ingredienti. La ricetta originale prevede farina integrale ma io l’ho preparato con farina 0. Volendo possiamo prepararlo anche con farine diverse comprese quelle senza glutine.

E’ semplice da realizzare e può essere arricchito con spezie o semi. Se seguite questa ricetta otterrete un pane azzimo friabile e leggero.

Il pane azzimo è ottimo per chi è intollerante ai lieviti, infatti non è un lievitato ed è spesso utilizzato nelle diete in cui viene eliminato o ridotto il pane poiché questo non provoca  gonfiore a stomaco e addome. Io l’ho scoperto proprio in occasione di un mio percorso di dimagrimento.

Se inizialmente ero scettica nell’utilizzarlo poi alla fine mi è piaciuto tanto e secondo me è molto più buono quello realizzato in casa rispetto a quello che si trova in commercio nella grande distribuzione.

POTREBBERO INTERESSARVI ANCHE:

 

pane azzimo

Ricetta pane azzimo

Ingredienti per circa 400 g di pane

  • 300g di fanina 0
  • 150g di acqua

Come preparare il pane senza lievito

Mettere la farina setacciata su un piano di lavoro, aggiungere gradualmente l’acqua  e amalgamare gli ingredienti per ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso, avvolgerlo con della pellicola per alimenti e lasciarlo riposare un’ora.

Infarinare per bene il piano di lavoro e tagliare l’impasto in più pezzi, stendere ogni pezzo con una sfogliatrice o semplicemente con un mattarello. E’ necessario stendere l’impasto più sottile possibile, poi gli diamo  la forma  che desideriamo.

Con i rebbi di una forchetta bucherellare le sfoglie e farle cuocere in forno a 180° fino a doratura. Io ho usato il fornetto per cialde.

IMG_18451IMG_18473

Come fare il pane azzimo in padella

Rispetto alla cottura nel fornetto per cialde, il pane cotto in padella resto più morbido. Fai riscaldare la padella precedentemente unta con un goccio di olio. Appoggia la prima sfoglia e appena inizia a dorare e a formare le bolle, fai cuocere dall’altro lato

Come conservare il pane azzimo

Se prepari un pane croccante, puoi conservarlo in un sacchetto di carta o in una scatola di latta anche per un mese. L’importante è tenerlo lontano da fonti di umidità.

Per un pane più morbido, invece ti conviene congelarlo e scongelarlo all’occorrenza e sarà buono come appena fatto.

Pane azzimo e dieta

Il pane azzimo può sostituire il pane comune ma anche se più leggero è comunque più calorico poiché è povero di acqua. Se vuoi ottenere un pane a basso indice glicemico, basterà utilizzare una farina  integrale.
Il significato religioso del pane azzimo
Cos’è il pane azzimo?

Il pane azzimo è un tipo di pane che viene prodotto senza lievito o altro agente lievitante, tipicamente preparato solo con farina, sale e acqua. L’impasto viene lasciato riposare per alcune ore prima di essere cotto in forno.

Esistono molte varietà di pane azzimo, come il matzo, che è un tipo di cracker azzimo consumato durante la Pasqua; pita, che è una focaccia tonda consumata nelle regioni mediorientali e mediterranee; e chapati, che è una focaccia integrale indiana. Questi pani non hanno una consistenza morbida a causa della mancanza di lievito o altro agente lievitante.

Si parla per la prima volta del pane azzimo nella Bibbia e si trovato in molte altre culture in tutto il mondo con nomi diversi. La forma più popolare di pane azzimo è il matzo, che è un tipo di focaccia che viene consumata durante la Pasqua e le altre festività ebraiche.

Perché questo pane è importante per cristiani ed ebrei?

Il pane azzimo è uno dei simboli più importanti per cristiani ed ebrei. È un simbolo di purezza e libertà.
L’importanza degli azzimi nel cristianesimo può essere fatta risalire all’Ultima Cena, quando Gesù spezzò un pane azzimo e disse: “Prendete, mangiate, questo è il mio corpo”.

Per gli ebrei, simboleggia il loro viaggio fuori dalla schiavitù in Egitto.
Questo tipo di pane è stato usato nel tempo come simbolo per molte cose diverse. Ad esempio, è stato usato come simbolo di libertà dall’oppressione o dalla schiavitù da alcune culture.

Perché il pane azzimo è considerato un alimento sacro per alcuni?

Il pane azzimo è considerato un alimento sacro in alcune religioni. Ad esempio, nel giudaismo, è usato per commemorare la Pasqua.

Il significato del pane azzimo per molte religioni è che simboleggia la purezza e la semplicità. Rappresenta anche l’idea del sacrificio e dell’umiltà per la mancanza di lievito per far lievitare l’impasto.

Quando Gesù prese il pane azzimo e il vino, simboleggiava questa idea di sacrificio. Quando i cristiani mangiano pane azzimo durante la comunione, ricordano la morte di Gesù sulla croce. La Bibbia dice che “Cristo nostra Pasqua è sacrificata per noi”. Il pane azzimo ci ricorda che siamo stati purificati attraverso la morte di Cristo e saremo preservati dalla sua vita in noi.

Perché gli ebrei mangiano questo pane?

Le origini del pane azzimo sono lontane nel tempo. Di sicuro sappiamo che fa parte della tradizione ebraica ed è consumato prevalentemente durante la Pasqua ebraica che ricorda la fuga dall’Egitto, quando gli Ebrei in tale occasione non lasciarono lievitare i loro pani. Ma la storia del pane azzimo è ancora più complessa risale molto prima dell’esodo.

Per molto tempo fu l’unico pane conosciuto, ma non è qui la sede per raccontarvi la sua storia. Se siete curiosi potete approfondire questo argomento su wikipedia.

Articolo e Foto: Copyright © 2014 Quella lucina nella cucina. Tutti i diritti riservati. Seguimi sulla mia pagina facebook Quella lucina nella cucina

Summary
recipe image
Recipe Name
Pane azzimo
Author Name
Published On
Preparation Time
Cook Time
Total Time
Average Rating
4.51star1star1star1star1star Based on 3 Review(s)

Guarda anche queste

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.