LOADING

Type to search

Mastacciuoli o mastazzul venosini

Biscotti Dolci dolci senza burro dolci senza lattosio dolci senza uova Dolci vegani Natale Ricette lucane Ricette lucane dolci ricette vegane senza burro senza lattosio senza uova

Mastacciuoli o mastazzul venosini

Share

Mastacciuoli o mastazzul venosini.  Versione leggermente rivisitata per la presenza del cioccolato di copertura, ma originale per gli ingredienti utilizzati per il biscotto. Ho scelto di ricoprirli di cioccolato perché qui a casa mia sono golosissimi quindi per dargli un tocco in più ho fatto questa scelta.  Di seguito oltre alla ricetta che ho utilizzato, indicherò anche le varianti possibili che conosco.

I “mastazzul” sono molto semplici da realizzare, sono privi di ingredienti di derivazione animale quindi possono essere preparati per chi è intollerante alle uova e al lattosio. Molto simili ai “pizzicannelli”per la maggior parte degli ingredienti usati, entrambi biscotti tipicamente natalizi.

Mastacciuoli o mastazzul venosini

Ingredienti per circa 40 mastacciuoli piccoli

  • 500 g di farina 00
  • 250 di zucchero
  • 4 g di cannella
  • 1 g di chiodi di garofano in polvere
  • 20 g di cacao amaro
  • 20 g di cacao dolce
  • La buccia grattugiata di un’arancia biologica
  • 4 g di ammoniaca per dolci
  • 200 g di vincotto (mosto cotto d’Aglianico)
  • Caffè q. b.

Copertura

  • 200 g di cioccolato fondente

Procedimento

In una capiente ciotola setacciare la farina e l’ammoniaca, aggiungere tutti gli altri ingredienti secchi e mescolare. Aggiungere la buccia grattugiata di un’arancia biologica e lentamente il vincotto, mescolare. Versare il caffè, tanto quanto serve per ottenere un impasto morbido ma sodo. A questo punto potete decidere di fare subito i biscotti o di far riposare l’impasto per una notte. Anche qui ci sono diverse versioni. Io ho provato a far riposare l’impasto avvolgendolo nella pellicola alimentare e riponendolo in un posto fresco.

mastacciuoli

Stendere l’impasto tra due fogli di carta forno per evitare di farlo appiccicare al mattarello, ad uno spessore di 5 mm circa e tagliare con un tagliapizza come si vede nella foto. Mettere i biscotti ricavati su una leccarda appoggiati su carta forno e cuocere a 180° C a forno statico per 10 minuti circa. Trascorso il tempo di cottura i biscotti devono essere tolti dalla leccarda e messi a raffreddare. Non fateli cuocere troppo, altrimenti tenderebbero a seccarsi più velocemente.

Se si vogliono ricoprire con il cioccolato come ho fatto io, basterà scioglierlo a bagnomaria e con un cucchiaio versarlo sui biscotti.

Mastacciuoli o mastazzul venosini

Varianti:

  1. Alcune ricette prevedono il vincotto come unico liquido per impastare i mastazzul, escludendo il caffè. Variante che io non amo particolarmente perché rende i biscotti eccessivamente dolci.
  2. Aggiungere mandorle tritate, quantità a piacere.
  3. Altre ricette, invece, oltre all’ammoniaca prevedono un bustina di lievito per dolci.
  4. Non tutte le ricette prevedono i chiodi di garofano.
  5. Altre ancora aggiungono vincoto e miele.

astacciuoli

Se avete altre varianti di questo dolce di Natale scrivetelo nei commenti.

 

Articolo e Foto: Copyright © 2017 Quella lucina nella cucina. Tutti i diritti riservati.Seguimi sulla mia pagina facebook Quella lucina nella cucina. Mi trovi anche su Twitter, Pinterest, Google+ e Instagram



[/vc_column_text]

dolci lucani- le scorzette di Bernalda
dolci della sposa o sospiri
mastacciuoli
vincotto di mosto
[/vc_column][/vc_row]

Tags:

You Might also Like

3 Comments

  1. stella 7 dicembre 2017

    li ho assaggiati quest’estate, nel frattempo proverò la tua ricetta, devono essere squisiti!!

    Rispondi
    1. quellalucinanellacucina 14 dicembre 2017

      Grazie, si sono molto buoni! Mi ha fatto piacere leggere il tuo commento

  2. Ester 7 dicembre 2017

    In Puglia ci mettiamo anche le mandorle dentro ma questi in più sono ricoperti di cioccolato. Che delizia.

    Rispondi

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend