Type to search

Pandoro più buono di quello comprato

Dolci Lievitati lievitati dolci Natale

Pandoro più buono di quello comprato

Share
pandoro più buono di quello comprato

La ricetta del pandoro più buono di quello comprato è  una ricetta di Adriano Continisio e riadattata da Clara nelle dosi per un Pandoro da 1 kg . Preparare un padoro fatto in casa non è un’impresa semplice ma il risultato ripaga di tutti i sacrifici. Qui di seguito vi scrivo il procedimento con il bimby, naturalmente potete preparare il vostro pandoro con qualsiasi robot da cucina.

Pandoro

Ingredienti

  • 400 g di farina Manitoba (W350)
  • 157g zucchero a velo
  • 164 g burro
  • 94 g panna
  • 119 g acqua
  • 4 tuorli + mezzo uovo
  • 50 g cioccolato bianco
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 7 g sale fino
  • 1 cucchiaino di miele di acacia
  • vaniglia

Come preparare il pandoro bimby

La sera preparare il poolish con 94 g acqua., 47 g farina manitoba e 4 g lievito. Mettere tutti questi ingredienti in una tazza e mescolarli con un cucchiaio. Riporre in frigo in un contenitore alto e stretto, tipo una tazza e coprirlo. Il poolish deve stare in frigo per 12 ore.

Primo impasto

Al mattino tiriamo fuori dal frigo il poolish e prepariamo un preimpasto con 25 g di acqua tiepida,  6 g di lievito, 50 g di farina e il tuorlo di 1 uovo , lo mettiano in un piccolo  contenitore coperto e aspettiamo che lieviti raddoppiando in volume, questa volta lo mettiamo in un posto della nostra cucina caldo. Potete anche avvolgere l’impasto nella pellicola alimentare, ben stretto così avrà ancora maggiore vigore.

Appena il preimpasto sarà lievitato ( dopo circa un’oretta) si può procedere con la prima fase del pandoro. Mettere il poolish e il preimpasto nel bimby

 

pandoro più buono di quello compratopandoro più buono di quello comprato

Aggiungere 94 g  di farina e lavoriamo con la funzione spiga senza impostare il tempo, non ci vorrà molto, l’impasto non si deve riscaldare.

Quando l’mpasto risulterà uniforme aggiungiamo un tuorlo e 22 g di zucchero. Incordiamo sempre utilizzando la funzione spiga, ogni ingrediente va aggiunto solo quando il precedente è stato assorbito completamete all’impasto.Inserire 50 gr di burro morbido a pomata, non liquido. L’mpasto dovrà disultare ben lavorato come si può vedere nelle foto sottostanti.

Mettere l’impasto in una ciotola, coprirla con un sacchetto di plastica e farlo lievitare fino al raddoppio

pandoro più buono di quello compratopandoro più buono di quello compratopandoro più buono di quello comprato

Prepariamo l’emulsione

Prendiamo 64 g di burro, 31 g di panna, il cioccolato bianco e un cucchiaino da caffè di vaniglia in polvere.

Mescolare il burro ammorbidito a temperatura ambiente con il cioccolato sciolto precedentemente al microonde o a bagnomaria, la panna e la  vaniglia.

pandoro più buono di quello comprato

Secondo impasto

Mettere nel boccale del bimby il precedente impasto lievitato e sgonfiato, la panna rimanente, il mezzo albume del mezzo uovo , 139 g farina  e avviamo con funzione spiga, non importa impostare i minuti. Anche qui inseriamo gli ingredienti gradualmente.

Quando i precedenti ingredienti saranno stati ben assorbiti nell’impasto inserire i tuorli uno alla volta, aggiungere il sale,lo zucchero e farlo ben inglobare.Aggiungere la farina rimanente 70 g.

Quando l’impasto appare ben incordato aggiungere gradualmente l’emulsione, quando l’emulsione sarà ben inglobata, aggiungere gradualmente il restante burro mobido a pomata a temperatura ambiente.

Porre l’impasto su un ripiano preferibilmente di marmo o accaio così non si appiccica alla suprficie e non c’è bisogno di usare altra farina e lasciare riposare l’impasto per mezz’ora.

pandoro più buono di quello comprato

pandoro più buono di quello compratopandoro più buono di quello compratopandoro più buono di quello comprato

Procedere ora con le pieghe del secondo tipo: si prende un lembo dell’impasto, si tira leggermente e lo si porta al centro, continuare così per tutto il perimetro dell’impasto.

Pirlare l’impasto e metterlo nello stampo imburrato facendo attenzione a mettere lateralmente la parte di sotto leggermente aperta, altrimenti rischiate che in cottura si formi all’interno una bolla d’aria e si afflosci in cottura. 

pandoro più buono di quello compratopandoro più buono di quello comprato

Coprire con la pellicola o una busta per alimenti lo stampo e metterlo a lievitare a 26°, ci vorranno circa 5 ore di lievitazione ma ci potrà mettere anche molto di più.

Appena l’impasto raggiunge il bordo infornare a forno caldo.

Infornare nel ripiano più basso a 180° per 7 o 8 minuti fino a sviluppo e poi abbassiamo a 170° per circa 30 minuti finché il pandoro si imbrunisce, fare la prova stecchino

Farlo raffreddare fuori dal forno una decina di minuti e poi sformarlo e farlo raffreddare completamente

pandoro più buono di quello comprato

Riflessioni

Ho provato diverse ricette compreso quella delle sorelle Simili, devo essere sincera il risultato non  mi è piaciuto, il pandoro avevo un sapore buono ma il prodotto era molto simile al pan brioche. Questo pandoro che vi propongo, invece è il migliore fino ad ora provato.

 






Tag

You Might also Like

30 Commenti

  1. Ma bellissimo questo pandoro! Complimenti!!!

    Rispondi
  2. ..e lo credo bene cara,stupendo!!!! *___*
    Baci a presto <3

    Rispondi
  3. Sarà sofficissimo

    Rispondi
  4. non ho dubbi che sia più buono di quello comprato!
    Strabrava!
    Giusy di blumirtillo

    Rispondi
  5. Ho fatto il panettone ma mai il pandoro, mi segno la tua ricetta e se trovo lo stampo ci provo.
    Un saluto da Cucina con Claudia

    Rispondi
  6. Fantastico!! Devo imparare anch’io a prepararlo, se trovo il tempo provo… seguendo la tua ricetta.. Grazie e buona giornata! 😀

    Rispondi
  7. bellissimo il tuo pandoro, brava!

    Rispondi
  8. Che meraviglia! Vorrei provarlo, ma ho una fifa!!

    Rispondi
  9. bravissimaaaa!!!! si vede ch’è molto soffice…chissà com’è buonoooo!!

    Rispondi
  10. Volevo prepararlo anche io ma poi mi sono immolata a fare prove di panettone, ma presto parto, bello!!

    Rispondi
  11. Bellissimo il tuo pandoro, ogni anno mi propongo di farlo e poi puntualmente rimando….

    Rispondi
  12. Immagino sia una bella soddisfazione

    Rispondi
  13. ti e’ venuto meglio di quello comprato

    Rispondi
  14. quello che compri non è sempre ottimo, questo è ottimo

    Rispondi
  15. bell’aspetto

    Rispondi
  16. Lia

    Da provare!

    Rispondi
  17. Sicuramente meglio di quello comprato… Brava!!!

    Rispondi
  18. Una vera delizia il tuo pandoro Lucia, complimenti è venuto benissimo!!

    Rispondi
  19. Una vera delizia il tuo pandoro Lucia, complimenti è venuto benissimo!

    Rispondi
  20. Che invidia!! Non sono ancora riuscita a prepararlo, ma ora proverò la tua ricetta!

    Rispondi
  21. Fantastico Lucia… perfetto nella forma e perfetto nell’ esecuzione! 🙂

    Rispondi
  22. troppo bello ,complimenti

    Rispondi
  23. Lia

    Una vera bontà!

    Rispondi
  24. Spettacolare!

    Rispondi
  25. Il risultato finale sembra ottimo! Anche io quest’anno mi sono cimentata in un dolce natalizio. Ho provato dei mini panettoni! Per essere la prima volta sono stra contenta del risultato. L’anno prossimo provo il tuo pandoro!!!! 🙂

    Rispondi
  26. Ciao Lucia, non vedo più il video cn cui facevi vedere la preparazione al bimby, si può vedere da qualche altra parte. Una miaamica vorrebbe provare in questi ggiorni. Grazie

    Rispondi
  27. senza sfogliatura!!!! bello lo devo provare

    Rispondi
  28. Ciao Lucia ho provato a fare il tuo pandoro ma non è cresciuto come il tuo e quando l’ho cotto è rimasto basso.. dove posso aver sbagliato?

    Rispondi
    1. Ciao Elena, mi dispiace.Voglio farti delle domande, hai usato il bimby? O hai impastato con altro impastatore?
      Se hai usato il bimby la causa può essere una,hai fatto riscaldare troppo l’impasto compromettendo l’incordatura.
      Il poolish e la biga come ti sono venuti? Sono cresciuti entrambi?
      Tu ha già fatto altri pandori quindi che mi dici dei vari passaggi? l’impasto come ti sembrava? Incordato o no?
      Hai tenuro coperto l’impasto finale nello stampo ad una temperatura costante?

      Rispondi

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend