Type to search

Baccalà in agrodolce

Ricette lucane Ricette lucane salate

Baccalà in agrodolce

Share

Il baccalà in agrodolce alla potentina è una ricetta lucana semplice da realizzare ed anche abbastanza veloce. Il baccalà, infatti, non ha bisogno di una una lunga cottura. Gli ingredienti che servono per questa ricetta oltre al pesce sono le cipolle, uvetta sultanina, capperi ed olive nere snocciolate. In Basilicata questo tipo di piatto viene chiamato “ciambotta”, piatto accompagnato da abbondante pane casereccio da pucciare nel sughetto.

Per preparare questa ricetta potete usare le cipolle che volete ma io preferisco usare le cipolle sponsale, ma se non le trovate le potete sostituire con i cipollotti bianchi freschi. La ricetta inoltre prevede delle olive nere denocciolate, ma io preferisco le taggiasche che hanno un sapore più deciso.

Baccalà in agrodolce alla potentina

Ingredienti per 2 persone

  • 500 g di baccalá ammollato
  • 2 cucchiai di olio extravergine di
    oliva
  • 2 cucchiai di salsa di pomodoro
  • 3 cipolle lunghe tipo cipolle
    sponsale
  • Un cucchiaio di uvetta sultanina
  • Qualche cappero
  • Qualche oliva nera denocciolata (io ho utilizzato le olive taggiasche)

Come preparare il baccalà

Versare l’olio in una pentola ed aggiungere le cipolle tagliate sottili dalla parte lunga e farla appassire
leggermente.

Aggiungere il baccalà tagliato a pezzi, la salsa di pomodoro e fare cuocere coprendo la casseruola con un coperchio.
Aggiungere i capperi, le olive e l’uvetta a metá cottura.

Salare solo se necessario e terminare la cottura.
Servire con pane casereccio.

Baccalà in agrodolce

 

Con questa ricetta partecipo alla rubrica #SaporiDiBellezza #ricettelampo potete scoprire tutte le ricette che partecipano a questa rubrica partendo dalla ricetta di Sissi  della Provola Grigliata con Pancetta e Semi.

 

Articolo e Foto: Copyright © 2018 Quella lucina nella cucina. Tutti i diritti riservati. Seguimi sulla mia pagina facebook Quella lucina nella cucina. Mi trovi anche su Twitter, Pinterest, Google+ e Instagram

Previous Article
Next Article

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend