Type to search

Troccoli di grano duro

Primi Ricette Bimby Ricette lucane Ricette lucane salate Ricette salate ricette vegane

Troccoli di grano duro

Share
pasta al torchio

I troccoli di grano duro sono una pasta adatta sia per essere condita con sughi di carne che con legumi o verdure. Questo formato di pasta simile agli spaghetti alla chitarra, in alcune zone della Basilicata viene comunemente chiamato pasta al torchio. Rispetto ad altri tipi di pasta fresca come ad esempio le orecchiette, i cavatelli, i troccoli sono più semplici da fare anche da chi è poco esperto. Io li ho realizzati con semola di grano duro senza uova, ma si possono fare anche con la semola rimacinata.

La semola rimacinata è più fine e permette di ottenere una pasta più morbida. Io preferisco la semola perché la pasta resta molto più al dente, ma questa è questione di gusti. Se usate la rimacinata, sicuramente ci vorrà meno acqua altrimenti l’impasto risulterà troppo morbido.

Troccoli di grano duro

troccoli di semola di grano duroIngredienti per 4 persone

  • 300 g semola di grano duro
  • 150 g circa di acqua tiepida
  • Un cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • Un pizzico di sale

Come preparare l’impasto dei troccoli senza uova

Mettere su una base di lavoro la semola, fare una fontana al centro e versare parte dell’acqua e l’olio, iniziare a mescolare con una forchetta e poi continuare con le mani aggiungendo gradualmente la restante acqua.

Lavorare l’impasto finché diventa omogeneo, ma non deve diventare molto morbido. Avvolgerlo nella pellicola e farlo riposare almeno 15 minuti.

Trascorso il tempo, lavorare un altro po’ l’impasto, tagliarlo a tocchetti e stendere delle strisce, spolverarle con della farina e utilizzare il mattarello scanalato adatto. Per stendere l’impasto si può usare il mattarello oppure la nonna papera.

IMG_0398IMG_0401

troccolitroccoli di semola

Come preparare l’impasto con il bimby

Inserire nel bimby la semola di grano duro, l’acqua e l’olio, impostare 27 secondi, funzione spiga o velocità 6.

L’impasto verrà granuloso come si può vedere in foto. Mettere il tutto su un piano di lavoro e lavorare l’impasto finché comparirà compatto e procedere come spiegato sopra.

IMG_0395IMG_0397

Articolo e Foto: Copyright © 2014 Quella lucina nella cucina. Tutti i diritti riservati.Seguimi sulla mia pagina facebook Quella lucina nella cucina. Mi trovi anche su TwitterPinterest,  Google+ e Instagram

Tag
Previous Article
Next Article

You Might also Like

10 Commenti

  1. Julie is HostessAtHeart 27 Novembre 2014

    Thank you for such great instructions! I love pasta, and homemade is best!

    Rispondi
    1. cioccolatofondente123 27 Novembre 2014

      Thanks!

      Rispondi
  2. Linda 28 Novembre 2014

    eccociiii… bellissimo quel matterello.. ce l’ho… così mi fai venir voglia di rifare anche la pasta fatta in casa..
    Ciao, un abbraccio

    Rispondi
    1. cioccolatofondente123 28 Novembre 2014

      Ottima, sono contenta che ti abbia fatto venire la voglia di usarlo. Se ci riesco questa sera metto una ricetta con la pasta al torchio e devi provarla assolutamente!

      Rispondi
  3. claudia63 30 Novembre 2014

    Ho questo mattarello, ma in legno..dovrò provarlo 🙂 grazie

    Rispondi
    1. cioccolatofondente123 1 Dicembre 2014

      anche io prima ce l’avevo in legno, infarina bene le strisce di pasta e pigia con più forza! Se la provi te ne innamorerai perchè oltre ad essere bona è anche semplice da fare,

      Rispondi
  4. maria giordano 3 Dicembre 2014

    Che buona la tua pasta al torchio con le cime di rapa!!!
    Il mio mattarello di legno non mi soddisfa troppo ma ci provo!
    Il tuo è bellissimo!
    Complimenti per il bellissimo blog!
    Ciao Maria

    Rispondi
    1. cioccolatofondente123 3 Dicembre 2014

      Grazie Maria, sei gentilissima. Se lo trovi di ottone compralo, taglia senza fatica.
      Anche il tuo blog è molto bello!

      Rispondi
  5. iGemelli 15 Marzo 2015

    La pasta fatta in casa richiede molto impegno e tempo, ma il risultato è ottimo 🙂

    Rispondi
    1. cioccolatofondente123 15 Marzo 2015

      grazie ragazzi!

      Rispondi

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend