Vi parlerò degli aiutanti in cucina, cioè degli strumenti che io utilizzo di solito e di cui ormai non ne potrei fare a meno, quali ad esempio la pentola a pressione, il microonde, il bimby, il multicooker, il coperchio magico e l’abbattitore domestico.

Aiutanti in cucina

La pentola a pressione

Oggigiorno ci sono diversi tipi di pentole a pressione che permettono di ridurre notevolmente i tempi di cottura ma anche i liquidi da inserire nella pentola.  Questo è uno degli strumenti che io utilizzo di più. Lavorare fuori casa e cucinare, spesso, non vanno d’accordo, questo tipo di pentola aiuta tanto, velocizza i tempi di cottura e a mio parere i risultati finali sono anche ottimi.

Una delle caratteristiche più importanti della pentola a pressione è sicuramente il suo coperchio che chiudendo ermeticamente la pentola non permette al vapore di uscire favorendo l’aumentare della pressione interna alla pentola e della temperatura di cottura. La pressione interna è mantenuta costante da due valvole.

Il suo utilizzo è indicato soprattutto per la cottura di carne, cereali e legumi, ma con le nuove pentole a pressione si possono cuocere anche le verdure senza rovinarne la cottura.

Miti da sfatare

Molti dicono che con la cottura in pentola a pressione le vitamine degli alimenti si perdono per le temperature più elevate.  Non dobbiamo dimenticarci, però, che i tempi di cottura sono ridotti notevolmente rispetto a quelli tradizionali.

L’acqua utilizzata, inoltre, è anch’essa ridotta, ciò garantisce una cottura al vapore riducendo notevolmente la dispersione delle vitamine, soprattutto di quelle idrosolubili che normalmente si perdono in una cottura tradizionale in cui le verdure sono immerse completamente nell’acqua.

L’unico accorgimento che bisogna prendere è quello di lavare molto bene il coperchio e soffiare nelle valvole prima del suo utilizzo per assicurarsi che siano libere da eventuale cibo (questo è un consiglio di mia madre).

Il coperchio magico

Di marchi ce ne sono tanti, io qui non voglio fare pubblicità, ma penso che l’uno sia equivalente ad un altro. Sono molto costosi ma se dovete comprarlo io vi consiglio di non prendere quelli grandissimi, io ne ho due ma uso solo quello medio che posso adattarlo a più pentole.

L’ho comprata affascinata dalle mille promesse e soprattutto per realizzare la frittura, ma lo uso come un normale coperchio per accelerare i tempi di cottura o preparare sul gas la pasta o la parmigiana che dovrei cuocere in formo. Mi piace come vengono i sughi, mi permette di avere cotture più veloci senza aggiungere troppa acqua.

Il microonde

Secondo gli esperti la cottura nel microonde preserva più di altre i valori nutritivi degli alimenti  valorizzandone il sapore naturale.

Nel microonde la cottura avviene per irraggiamento, le onde elettromagnetiche provocano un’oscillazione delle molecole che creando attrito producono calore, quel calore che cuoce il cibo. Quindi la cottura interna ed esterna del cibo avviene contemporaneamente a differenza della cottura tradizionale. Io ho preferito comprare un microonde con la funzione crisp per poter ottenere la doratura per alcuni piatti. Inizialmente lo utilizzavo solo per riscaldare e per scongelare piatti, ora invece lo utilizzo anche per cucina. Spettacolari vengono i dolci con pasta sfoglia, 15 minuti e il gioco è fatto. Per non parlare della cottura del pesce in 5 minuti!

Leggevo che durante il suo utilizzo non deve essere guardato per tempi prolungati, potrebbe creare disturbi al bulbo oculare.

Il bimby

Su questo elettrodomestico ne ho lette di cotte e di crude, non starò qui ad elogiare le sue virtù, non è il mio intento. Io lo uso principalmente per realizzare creme cotte dolci e salate, per gli impasti di biscotti, pasta, per frullare e per impastare pasta per pane, pizza e focacce.

La pentola multicooker

Quest’ultima l’ho scoperta per caso, me ne hanno regalata una per una recensione e me ne sono innamorata.  Ha tantissime possibilità di cottura, quelle che io prediligo sono la cottura lenta a bassa temperatura, la possibilità di fare lo yogurt, di far lievitare impasti, di cuocere al vapore e la cosa più straordinaria è la cottura del pollo. Il pollo viene rosolato alla perfezione restando morbido dentro e croccante fuori.

L’abbattitore

Questo è uno degli ultimi arrivati in casa. Il l’ho comprato soprattutto perché mi piace preparare i dolci al cucchiaio tipo semifreddi, mi velocizza tanto la preparazione, ma alla fine lo utilizzo tutti i giorni, molto di più del forno. Gli abbattitori casalinghi hanno molteplici funzioni, non solo quella di abbattere le temperature ma anche di far lievitare impasti, surgelare, essiccare, cuocere a basse temperature e … .

 Aiutanti in cucina: ricette

0