Type to search

Consigli in cucina Ricette Bimby

Farina di fave

Share
farina di fave

Non avrei mai pensato di fare la farina di fave se non avessi dovuto cimentarmi nel mischiglio lucano. La farina di ceci, invece, la preparo più frequentemente perché la utilizzo in varie preparazioni.

Ora, però, che l’ho prova a fare voglio divertirmi ad usarla anche nei dolci e nei lietati salati. Ho scoperto da poco che questa farina mescolata con la farina di frumento facilita la lievitazione e migliora il risultato finale del prodotto preparato senza influire sul sapore. Ed io che adoro i lievitati non posso assolutamente perdermi questa cosa. Da ricordare, inoltre, che la farina di fave è anche senza glutine, quindi, può essere utilizzata in preparazioni gluten free adatte ai celiaci.

Preparare questa farina è veramente facile, avrete bisogno di fave decorticate ed un buon frullatore oppure un macinacaffè. Io ho utilizzato il mio bimby.  Oltre al robot è necessario anche un setaccio per eliminare le parti grossolane. La farina deve risultare impalpabile.

POTREBBERO INTERESSARVI ANCHE QUESTE ALTRE RICETTE:

Farina di fave fatta in casa

Ingredienti per 200 g di farina

  • 200 g di fave secche decorticate

Come si fa la farina di fave

Se utilizzate fave comprate a peso allora vi conviene lavarle velocemente sotto il getto dell’acua fredda ed asciugarle prima con un canovaccio e poi passatele in forno a 60° fino a completa asciugatura.

Nel caso in cui, invece, le fave utilizzate sono in una confezione e non necessitano di essere sciacuate, allora, potete procedere all’utilizzo.

  1. Versate nel boccale perfettamente pulito ed asciutto le fave e frullate 1 minuto a velocità 10. Ricordatevi di inserire il misurino per non  far fuoriuscire la farina di ceci dal bimby mentre è in funzione.
  2. Setacciate la farina ottenuta per mettere da parte le parti rimaste grossolane. Rimettere quest’ultime nel boccale e frullate ancora un po’ alla massima velocità. La consistenza deve essere molto fine, impalpabile.Resterà sicuramente una piccola parte che resterà più grossolana ma potete utilizzarla aggiungendola a zuppe per addenzarle.

Come posso utilizzare questa farina?

Come vi dicevo prima è ottima nei lievitati, va sostituita alla farina di frumento con il 15%. Quindi se in una ricetta devo usare 100 g di farina di grano tenero dovrò utilizzare 85 g di farina di grano tenero e 15 g di farina di fave.

Questa farina aggiunta all’impasto del pane, migliora la lievitazione rendendo più forte la farina di frumento, dà più stabilità all’impasto e rende la crosta più colorata e croccante.

Potete utilizzarla anche pura nelle ricette che prevedono farina senza glutine.

Per poter utilizzare questa farina ma tutte le farine di legumi è importante però passarle per circa tre ore in forno a 90° C. Questo passaggio permette di denaturare la farina e renderla più lavorabile.

Come conservare la farina

Dovete conservare la farina di fave in contenitori puliti e ben asciutti. Devono essere a chiusura ermetica per non farla deteriorare con il tempo. Vi consiglio, però, di produrla in base alle vostre effettive esigenze così non avrete nemmeno bisogno di conservarla.

Articolo: Copyright © 2022 Quella lucina nella cucina. Tutti i diritti riservati.
Seguimi sulla mia pagina facebook Quella lucina nella cucina. Mi trovi anche su TwitterPinterest, Instagram
Se sei interessato alle ricette senza uova puoi iscriverti ai gruppo su facebook Dolci e salati senza uova oppure Quella lucina nella cucina intolleranze alimentari

Summary
recipe image
Recipe Name
Farina di fave
Author Name
Published On
Preparation Time
Total Time
Articolo precedente
Articolo successivo

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.