Type to search

Cavolfiori affogati al forno

Contorni Ricette di Montignac ricette salate Montignac ricette vegane

Cavolfiori affogati al forno

Share

Cavolfiori affogati al fornoCavolfiori affogati al forno

Il cavolfiore  tipica  verdura invernale, se mangiato due o tre volte a settimana  esercita  sulla nostra salute un’azione benefica, infatti è depurativo, rimineralizzante, rigenera i tessuti e controlla i livelli di zuccheri nel sangue, quindi ottimo alimento per i diabetici. I cavolfiori affogati al forno sono una valida aternativa ai cavlfiori bolliti o cotti semplicemente al vapore.

Inoltre grazie al suo basso contenuto di calorie 25 kcal/100 g, al suo indice glicemico  di 15  e ad un elevato potere saziante, è  l’alimento ideale anche  nelle diete dimagranti. Per l’indice glicemico pensiamo alla dieta di Montignac

In genere io preferisco il cavolfiore viola che ha un sapore molto più particolare ed è buonissimo anche semplicemente lesso e condito con  filo di olio crudo, sale e pepe. Il cavolfiore bianco che ho usato in questa ricetta ha un sapore molto più neutro, quindi raramente lo faccio semplicemente lesso. Preparato in questo modo, affogato al forno, invece diventa molto più buono grazie alla presenza degli altri ingredienti.

Per una versione vegana basta eliminare il formaggio.

Ricetta senza glutine, senza lattosio.

Cavolfiori affogati al forno

Ingredienti per 2 persone:

  • 500 g di cavolfiore
  • 40 grammi olive snocciolate
  • un cucchiaino di capperi
  • origano
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • peperoncino piccante se piace
  • una spolverata di formaggio parmigiano

Procedimento

  • pulire il cavolfiore e tagliarlo in cimette
  • lavarlo e cuocerlo a vapore per 6 minuti
  • ungere una pirofila con abbondante olio
  • sistemare le cimette condite con tutti gli ingredienti
  • cospargere la superficie con pepe, origano , un po’ di parmigiano e peperoncino se piace
  • irrorare altro olio e spruzzare con il vino
  • coprire la pirofila con un foglio di alluminio e cuocere a frno cado a 180°
  • trascorsi i 30 minuti continuare la cottura ancra qualche minuto per far dorare la superficie

 

Quando compriamo Il cavolfiore dobbiamo stare attenti che sia ben chiuso e compatto. Le foglie esterne croccanti e aderenti alla testa ne garantiscono la freschezza.

Tag

12 Commenti

  1. Elena 11 Dicembre 2015

    Ottima ricetta!

    Rispondi
  2. Menta e peperoncino 11 Dicembre 2015

    Che buono il cavolfiore, io lo mangio anche semplicemente cotto a vapore e condito con un filo d’olio, questa versione la devo provare… con il peperoncino.. 😉 bella ricetta!

    Rispondi
  3. Da leccarsi le dita - Paola 12 Dicembre 2015

    Mi piace molto il cavolfiore, lo preparo spessissimo, grazie per questa tua bella ricetta

    Rispondi
  4. Lia 12 Dicembre 2015

    Che bella ricetta!

    Rispondi
  5. loscrignodelbuongusto 12 Dicembre 2015

    ottima ricetta

    Rispondi
  6. maria rosaria 13 Dicembre 2015

    Ma che buono, anch’io voglio provarlo con il cavolo viola!!

    Rispondi
  7. Dalla Giusy di Blumirtillo 14 Dicembre 2015

    E me li hai affogati propio bene questi cavolfiori!!!
    io non so mai come cucinarli a parte le solite ricette classiche. questa bella idea è un’ottima alternativa alle solite preparazioni. Grintosa e saporita.
    Brava!
    Giusy di Blumirtillo

    Rispondi
  8. Debora 15 Dicembre 2015

    favolosa questa ricetta, la proverò sicuramente!

    Rispondi
  9. imprastando 15 Dicembre 2015

    in sicilia ti dico che il cavolfiore affogato è ben altro..questa versione sarà più leggera.

    Rispondi
  10. Francesca 15 Dicembre 2015

    Ottima idea…Brava!

    Rispondi
  11. Reginasole 20 Dicembre 2015

    Anche questa ricetta sarò mia, adoro il cavolfiore!!!!!!

    Rispondi
  12. attimididolcezza 20 Dicembre 2015

    Deliziosi,adoro il cavolfiore!!! :PP
    Baci e felice Natale cara <3

    Rispondi

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend