Type to search

Baci bianchi sgranocchielli – brutti ma buoni

Biscotti Dolci Dolci senza burro Dolci senza glutine Dolci senza lattosio Dolci senza uova Dolci vegani Ricette vegane

Baci bianchi sgranocchielli – brutti ma buoni

Share
Baci bianchi sganochielli - brutti ma buoni

Baci bianchi sgranocchielli – brutti ma buoni! Frutto della sperimentazione dell’aquafaba, risultato straordinario! Ormai sto diventando aquafaba dipendente. Dovete sapere che mentre scrivo questa ricetta, in forno ho delle barrette di semi vari realizzati questa volta con l’acqua di cottura dei fagioli bianchi!

Baci bianchi

Appena posso voglio provare a sostituire lo zucchero con polvere di frutta essiccata, leggevo su internet che qualcuno ci ha già provato con ottimi risultati, così togliamo anche lo zucchero raffinato! Non sono contro lo zucchero, ma realizzare ricette che possono mangiare tutti mi fa piacere.

Passiamo alla ricetta, come forse avete capito sono di poche parole, ma sono lucana ed è una nostra caratteristica e non ci posso far nulla, è nel DNA.

Ricetta senza glutine, senza lattosio o latte, senza uova.

Baci bianchi sgranocchielli – brutti ma buoni

Ingredienti

  • 100 g di acqua di ceci (aquafaba)
  • 100 g di zucchero
  • Un cucchiaio di succo di limone filtrato
  • Un cucchiaino raso di gomma di guar (si trova nei negozi bio)
  • 160 g di noci sgusciate
  • 20 g di riso soffiato

Preparazione

  • Montare l’aquafaba come da ricetta ma con le quantità degli ingredienti indicate in alto
  • Aggiungere per ultimo la gomma di guar e continuare a montare con una frusta elettrica o con il bimby (velocità 4 con la farfalla) il composto risulterà molto più stabile
  • Spezzettare grossolanamente le noci e mescolarle con l’aquafaba montata a neve, aggiungere anche il riso soffiato
  • Bisogna mescolare  con delicatezza per non far smontare il composto
  • Sistemare il compoto su una leccarda coperta con carta forno aiutandosi con due cucchiai
  • Infornare a forno caldo, ventilato 110° per 90 minuti, o finchè i biscottini diventeranno leggeri come meringhe, Se non vi basteranno 90 minuti continuare la cottura.
  • Una volta spento il forno aprirlo e lasciare i baci bianchi dentro finché non si saranno raffreddati
  • Raffreddandosi devono avere la leggerezza della meringa e non devono restare morbidi
  • Conservarli in una scatola di latta in un luogo fresco ed asciutto

Baci bianchi sganochielli - brutti ma buoni

Posso dire che la ricetta è mia! Che soddisfazione creare!

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi sulla pagina facebook

Tag
Lucia Antenori

Lucana di nascita, toscana di adozione. In cucina mi piace scoprire sapori antichi e sperimentarne di nuovi.

  • 1
Articolo precedente
Articolo successivo

You Might also Like

6 Commenti

  1. Ti ho già detto che sei geniale vero? Beh… te lo ripeto perché adoro le tue ricette! Bravissima.. 🙂

    Rispondi
  2. Una sola parola,DELIZIOSI!! Li proverò al più presto!!!

    Rispondi
  3. Mi piacciono molto i dolci vegani….

    Rispondi
  4. Questi sgranocchielli mi piacciono molto, sono troppo belli !!!

    Rispondi
  5. Li adoro! Sono buonissimi!

    Rispondi
  6. ottima idea gli sgranocchielli, proverò a farli. L’aquafaba mi incuriosisce molto

    Rispondi

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.