Type to search

Aquafaba che meraviglia!

Consigli in cucina Dolci dolci senza uova Dolci vegani ricette vegane senza uova

Aquafaba che meraviglia!

Share
aquafaba

Aquafaba. Come non potevo non sperimentare questa ricetta? Ormai chi mi conosce sa che per me provare nuove ricette mi diverte e l’aquafaba se funziona veramente potrà risolvere più di qualche problema nella realizzazione di dolci  in cui le uova sono necessarie, pensiamo alle meringhe.

Se non conoscete l’acquafaba, sicuramente guardando la foto vi sembrerà di vedere panna montata o albume montato a neve, vero? Ebbene non è né l’uno e né l’altro, quello che vedete è semplicemente acqua di cottura dei ceci, succo di limone e zucchero.

Perché ho voluto provare questa “diavoleria” anche io? Perché  adoro fare i dolci più della mia vita e mi ritrovo a lottare contro un’allergia in famiglia che non mi permette di dare libero sfogo alla creatività. Così forse l’aquafaba può venirmi incontro per realizzare alcune ricette.

Allora cos’è l’aquafaba? Non è altro che l’acqua di cottura dei legumi. Può essere utilizzata per sostituire l’albume in molte ricette dolci e salate, almeno è quello che si dice in rete e io voglio scoprire tutte le sue potenzialità. In forno ho appena messo a cuocere dei biscottini, il profumo è ottimo, domani vi dirò cosa ne è uscito.

Passiamo alla ricetta

Aquafaba

Ingredienti

  • 100 g di liquido di cottura dei ceci
  • 100 g d zucchero semolato
  • un cucchiaio di succo di limone

Preparazione

  • Mettere il liquido di cottura dei  ceci in un contenitore  e con una frusta elettrica montate a media velocità almeno per 5 minuti
  • Aggiungere il succo di limone filtrato e continuare a montare ancora un po’
  • Aggiungere lo zucchero e montare ad alta velocità finché il composto risulterà rassodato

A questo punto potete usare l’aquafaba per le vostre preparazioni, 3 cucchiai per sostituire un albume.

In rete ci sono diverse ricette con proporzioni diverse di zucchero, in alcune usano il cremor tartaro oppure gomma di guar. Io non ho usato nessuno dei due dato che i tre semplici ingredienti utilizzati mi hanno comunque dato il risultato atteso.

Se vi volete cimentare con questa preparazione conviene, la prima volta, usare il liquido dei ceci comprati nel barattolo, successivamente dopo esservi resi conto della consistenza  dell’acqua potrete usare anche quella di cottura dei ceci cotti da voi.

Girando nei vari siti ho notato che gli altri utilizzano una quantità di zucchero superiore a quella che ho usato io, ma io preferisco usarme meno.

Le mie ricette con aquafaba:

La mia pagina facebook

 

 

 

Tag

You Might also Like

8 Commenti

  1. mire pagliaro 8 Settembre 2016

    Ciao, non conoscevo l’aquafaba, grazie a Dio non a ho problemi di allergie, però molto interessante e sicuramente voglio provare a farla! Complimenti!! 😀

    Rispondi
  2. Luna 9 Settembre 2016

    Caspita non sapevo si potesse utilizzare l’acqua dei ceci 🙂 Grazie mille per questa ricetta sfiziosissima!

    Rispondi
    1. quellalucinanellacucina 9 Settembre 2016

      Anche io, l’ho scoperto da poco!

      Rispondi
  3. Debora Cingano 11 Settembre 2016

    Eccezzionaleeeeee, yeah!!! Se funziona mi hai risolto la vita, fare dolci senza avere albumi da montare è un’impresa titanica, così è una meraviglia. Devo assolutamente provarla, grazieeeee smack smack! Ti adoro!

    Rispondi
  4. Irene Bombarda 13 Settembre 2016

    Questa proprio la devo provare!!!!!
    Un bacione!
    unospicchiodimelone!

    Rispondi
  5. PatataeFantasia 1 Settembre 2017

    mi piace un casino questa ricetta, la prossima volta che cucino i ceci la preparo!!

    Rispondi
    1. quellalucinanellacucina 1 Settembre 2017

      Mi raccomando se usi ceci comprati puoi usare subito la loro acqua, se invece li cuoci tu, allora devi lasciare una notte ammollo i ceci cotti nella loro acqua così diventa più gelatinosa

      Rispondi
  6. Elena Prugnoli 7 Novembre 2018

    anche io voglio provare la tua ricetta !!! meraviglia

    Rispondi

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend